Cerca

Prenota la tua visita

Per prenotare...

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime attività, pubblicazioni e notizie. Iscriviti a Isico News! 

Email
Chi sono

Informazioni mediche

Le informazioni presenti nel sito hanno lo scopo di migliorare il rapporto medico-paziente, non di sostituirlo: in nessun caso infatti possono sostituire la visita medica specialistica.
Ricordiamo a tutti i pazienti che visitano il nostro sito che in caso di possibile presenza di una patologia, occorre sempre rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Algie vertebrali

La Back School

PDF Print Email

La Back School è nata nei lontani anni '70 in Svezia, oggi sono rimasti validi i principi ma sono cambiati i contenuti.

Si sono fatti passi in avanti per quello che riguarda gli eserci che sono cambiati adattandosi alle esigenze dei pazienti. 
Si è anche scoperto che la Back School andava meglio sul posto di lavoro piuttosto che proposta in maniera indifferenziata a un paziente visitato in ospedale: in realtà ciò avviene perché sul posto di lavoro si possono personalizzare le indicazioni rispetto alle esigenze lavorative di ciascuno. E ricordiamo che lavoriamo in modo ripetitivo almeno 40 ore alla settimana: quindi è proprio il lavoro il maggiore stress per la schiena.

Di conseguenza oggi sappiamo che la Back School deve essere un trattamento personalizzato e individualizzato.

Il paziente può essere trattato in piccoli gruppi proponendo a ciascuno gli esercizi appropriati; per quanto riguarda poi l'ergonomia lavorativa, si possono fare dei gruppi di Back School unificati per caratteristiche lavorative dei pazienti: lavoro fisicamente impegnativo, lavoro d'ufficio e casalinghe.

Ergonomia, oggi

L'ergonomia ha anch'essa assunto un volto umano, ossia si occupa dell'interazione tra l'oggetto di arredamento e l'uomo: non sempre infatti si può adattare il mobilio (pensiamo per esempio ad una situazione industriale particolare) e peraltro anche la migliore sedia ergonomica può essere usata male e quindi far venire il mal di schiena.

Accanto al mobilio, in ufficio c'è però anche l'interazione con gli strumenti.
Prendiamo il computer che, dal punto di vista della schiena, ha imposto un altro vincolo importante, perché a questo punto quasi tutti non riescono più a muoversi dalla loro posizione. Inoltre il computer, la cui immagine ci appare stabile e continua, ha una frequenza di vibrazione dell'immagine a cui i nostri occhi sono sensibili.

L'importanza del movimento

Il movimento resta essenziale. Anche la posizione più corretta fa venire il mal di schiena se mantenuta a lungo.
La schiena infatti vive con il movimento e di movimento. Quindi la pausa caffè è un'usanza utile per la schiena, oltre che per la testa, e incrementa la produttività perché fa stare meglio.
La cosa migliore sarebbe muoversi ogni mezz'ora circa, sfruttando ogni occasione come lo squillo di un telefono o l'arrivo di un collega.

Last Updated ( Tuesday, 18 January 2011 15:35 )
 

Isico - Via Bellarmino 13/1, 20141 Milano. isico@isico.it - Tel. 0381.310851
Copyright © Isico, 2015